4/12/2012 – Incontro sul tema “la Costituzione Italiana e la sovranità popolare”

costituzione_italiana

Il Punto d’Incontro è uno spazio ricreativo e culturale autogestito, dedicato specialmente ai meno giovani. La partecipazione è libera e gratuita. Il gruppo è attivo da ottobre 2012 e si ritrova tutti i martedì dalle 10 alle 12 nel ‘triangolo’ dell’oratorio.

Il progetto comprende anche la disponibilità ad offrire compagnia e aiuto alle persone sole o in difficoltà. Per informazioni rivolgersi oppure telefonare allo 02 24 23 981 (Silvana), oppure presentarsi un martedì dalle 10 alle 12

 La prossima iniziativa che il gruppo organizza è per il giorno 4 dicembre 2012 alle ore 10:30 presso la sala del triangolo dell’oratorio di via Pisa 37 e avrà come tema centrale “la Costituzione Italiana e la sovranità popolare”. La presentazione sarà a cura di Dario Rinco dell’associazione Più Democrazia a Sesto S.G.

Si parlerà anche del ruolo che i media hanno nella diffusione di questi temi.

Il bilancio partecipativo – 10/02/2012

Venerdì 10 febbraio 2012 l’associazione Più Democrazia a Sesto San Giovanni organizzò un incontro sul tema “Bilancio partecipativo”, presso la sala del camino di via Puricelli Guerra 24, con il dott. Stefano Stortone (dottore di ricerca dal 2010 in “Istituzioni e Politiche” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)  che è stato coordinatore scientifico del Bilancio Partecipativo di Canegrate (Milano).

L’iniziativa partiva da questa considerazione: Continue reading

La parola ai cittadini 12/01/2012

Nella sera di giovedì 12 gennaio 2012, l’associazione Più Democrazia a Sesto San Giovanni organizzò, viste le imminenti elezioni amministrative,  un incontro sul tema della democrazia diretta dal titolo “come migliorare la partecipazione dei cittadini all’amministrazione della città”. All’incontro erano invitati i cittadini, gli amministratori comunali, i gruppi politici e le associazioni di Sesto S.G.

Parteciparono decine di cittadini, alcuni esponenti di liste civiche e partiti che stavano organizzando i propri programmi elettorali e consiglieri comunali del comune di Corsico.

Lo scopo principale era quello di diminuire la distanza tra cittadini e gli amministratori locali creando un’occasione di partecipazione attiva. Il risultato dell’evento è stato quello di vedere inserito nei programmi elettorali, di almeno 3 gruppi politici, la possibilità per i cittadini sestesi di avanzare proposte alla giunta comunale con cadenza periodica.

Petizione: quorum zero nei referendum comunali 25/11/2011

Image

A Sesto S.G. una prima azione per richiedere maggior partecipazione dei cittadini all’amministrazione comunale era iniziata il 30 marzo 2011.

Un gruppo di cittadini iniziò la raccolta firme per una petizione con la quale si chiedeva che nello statuto del Comune di Sesto San Giovanni venisse introdotto l’istituto del referendum deliberativo di iniziativa popolare senza quorum, per la validità del risultato, e che l’iniziativa referendaria potesse essere esercitata dai Cittadini sovrani per tutte le materie di competenza comunale.

Alla petizione aderirono decine di cittadini sestesi e 5 consiglieri comunali. Secondo l’articolo 18 comma 4 dello statuto del comune si sarebbe dovuta dare risposta alla petizione entro 30 giorni dalla consegna al protocollo  (avvenuta il 25 novembre 2011). Sono passati 12 mesi dal deposito della petizione ma nessuna risposta è pervenuta al comitato promotore.

Rose fur Direkte Demokratie

Joseph Beuys (Krefeld 12 maggio 1921 – Dusseldorf 23 gennaio 1986), scultore “di anime”, artista, realizza questa sua installazione nel 1977.

Una rosa rossa, bellissima ed unica, piena di spine, rappresenta la Democrazia Diretta. Un contenitore vitreo millesimato, pieno d’acqua, rappresenta i cittadini, che devono attivarsi (e darsi da fare) per “alimentare l’acqua” e fare sopravvivere la Democrazia Diretta. Il tavolino rappresenta la Civiltà Umana e la sua storia sociale, che sostengono (ed includono) questo fragile sistema che è la Democrazia Diretta.

Scrive Beuys : ” Il rapporto con la natura è ormai un rapporto distruttivo da parte a parte. Esso minaccia la distruzione totale della base naturale su cui noi viviamo. Stiamo percorrendo la via più adatta ad annientare questa base mentre pratichiamo un sistema scientifico che si fonda sullo sfrenato depauperamento di questa base naturale. Molto chiaramente si deve spiegare che il sistema scientifico privato capitalistico dell’Occidente, non si distingue fondamentalmente, da questo punto di vista, da quello statale capitalistico dell’Oriente. L’annientamento viene esercitato universalmente, tra miniere e scarico di rifiuti si snoda la via a senso univoco della moderna civiltà industriale, della cui crescita espansiva cadono vittima sempre di più le linee di vita e i cicli del sistema ecologico”.

Più Democrazia a Sesto San Giovanni

Featured


18 novembre 2011 

Costituita l’associazione “Più Democrazia a Sesto San Giovanni”

L’associazione ha lo scopo di migliorare gli strumenti della Democrazia Diretta attuali, di togliere il quorum e di introdurre il referendum come consuetudine per avere il consenso dei Cittadini (come in Svizzera, California, Oregon, Baviera, ecc.). In aggiunta a ciò, l’associazione  vuole inoltre introdurre ulteriori ed innovativi strumenti nella legislazione di riferimento. Continue reading