Petizione: quorum zero nei referendum comunali 25/11/2011

A Sesto S.G. una prima azione per richiedere maggior partecipazione dei cittadini all’amministrazione comunale era iniziata il 30 marzo 2011.

Un gruppo di cittadini iniziò la raccolta firme per una petizione con la quale si chiedeva che nello statuto del Comune di Sesto San Giovanni venisse introdotto l’istituto del referendum deliberativo di iniziativa popolare senza quorum, per la validità del risultato, e che l’iniziativa referendaria potesse essere esercitata dai Cittadini sovrani per tutte le materie di competenza comunale.

Alla petizione aderirono decine di cittadini sestesi e 5 consiglieri comunali. Secondo l’articolo 18 comma 4 dello statuto del comune si sarebbe dovuta dare risposta alla petizione entro 30 giorni dalla consegna al protocollo  (avvenuta il 25 novembre 2011). Sono passati 12 mesi dal deposito della petizione ma nessuna risposta è pervenuta al comitato promotore.

Advertisements

2 thoughts on “Petizione: quorum zero nei referendum comunali 25/11/2011

  1. Ormai ho capito che, scaduti i 30 giorni, bisogna fare ricorso subito al difensore civico.
    6 proposte su 7 negli ultimi 2 anni non avrebbero ricevuto risposta senza -_-”
    MALEDETTI! grrrr…

  2. Pingback: 28/10/2014 – A Sesto S.G. è possibile esercitare la partecipazione popolare? | piudemocraziasestosg

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s