11/07/2013 – Svizzera: quando l’opposizione la fanno i cittadini

bandiera_svizzera_852

Report time.

Servizio di Michelo Buono.

Tempo di inchieste: per vedere il filmato clicca QUI

E’ necessario selezionare “ARCHIVIO” e “MICHELE BUONO” nella finestra “Cerca per autore”

La Federazione attuale si basa su una coesione molto forte della popolazione e uno dei  pilastri della solidarietà politica dei cittadini svizzeri è quello della democrazia diretta: la popolazione può dire la propria – nel vero senso della parola e non solo per esprimere un parere – dal livello amministrativo comunale fino alle decisioni cantonali e federali. Possono proporre e decidere anche modifiche della costituzione e delle leggi. I processi decisionali in Svizzera, a causa di questo meccanismo, sono spesso più lenti – dice il cancelliere dello stato del Canton Ticino Giampiero Gianella – ma alla fine, presa una decisione, la stabilità è garantita. Molti studi su questo sistema di democrazia – prosegue il cancelliere Gianella – hanno messo in evidenza uno stretto rapporto tra partecipazione alle consultazioni e buoni risultati economici del territorio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s