24/11/2014 – Dopo il Prefetto, anche il difensore civico regionale sollecita il Comune

massi sulla strada della democraziaIn data 14 ottobre 2014, i Comitati “più democrazia e partecipazione a Sesto” e “chiusura dell’inceneritore” incontrano il Difensore Civico Regionale, al quale espongono la situazione della partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica a Sesto.

In data 23 ottobre 2014, il Difensore Civico Regionale invia una lettera di richiamo al Sindaco Monica Chittò.

Questo il testo:

Continue reading

19/11/2014 – Interviene la Prefettura di Milano

massi sulla strada della democraziaNeppure davanti alle sollecitazioni della Prefettura di Milano, il Sindaco e  l’Amministrazione Comunale di Sesto adeguano lo Statuto ed il Regolamento per la Partecipazione Popolare

In data 12 maggio 2014, i Comitati “chiusura inceneritore” e “più democrazia e partecipazione a Sesto” presentano al protocollo del Comune due quesiti referendari, e ne chiedono l’ammissibilità.
In data 25 giugno 2014, il Sindaco rimanda il tutto alla Commissione Consiliare, che già aveva fallito, chiudendo con un nulla di fatto, e risponde così, ai due Comitati: Continue reading

14/11/2014 – Comunicato stampa congiunto dei comitati referendari di Sesto S.G.

massi sulla strada della democraziaRiceviamo dai comitati referendari “chiusura inceneritore” e “più democrazia e partecipazione a Sesto S.G.” il seguente comunicato stampa:

A Sesto San Giovanni è possibile esercitare una partecipazione diretta della gente alle scelte per la vita cittadina ?

I COMITATI PROMOTORI dei due referendum cittadini sulla “chiusura dell’inceneritore”   e   “più democrazia e partecipazione a Sestodenunciano che l’Amministrazione Comunale di Sesto San Giovanni da più di quattro anni si prende gioco delle numerose richieste di revisione dello Statuto e del Regolamento per la Partecipazione Popolare, in Continue reading

07/11/2014 – Anche a Parma referendum senza quorum. A Sesto SG interviene il prefetto

PartecipazioneDopo Vicenza, gennaio 2013, anche l’amministrazione di Parma modifica lo Statuto inserendo referendum con quorum zero.

Il percorso partecipativo dei cittadini a Parma è stato abbastanza veloce. Infatti dopo soli 14 mesi de “la giornata della Democrazia” del 20 settembre 2013 è stato approvato il 6 novembre 2014 il nuovo statuto.

A Sesto S.G. invece l’amministrazione comunale, neppure davanti alle sollecitazione del Prefetto di Milano, ha in programma di discutere, nell’apposita commissione, la Continue reading