09/06/2018: Proposte per il nuovo ministro della Democrazia Diretta, Riccardo Fraccaro

dal blog di Paolo Michelotto:

ho enorme stima del nuovo ministro della Democrazia Diretta, Riccardo Fraccaro, che reputo molto competente sull’argomento e soprattutto sinceramente motivato a introdurre gli strumenti di cui parla. È un momento storico, sottostimato da chi non conosce le potenzialità che la democrazia diretta ha di far crescere umanamente, culturalmente ed economicamente un paese e che credevo avrei visto molto più in là negli anni, per cui non posso che ringraziare chi ci ha creduto ed ha continuato a lottare su questi temi.

Qui un intervento di qualche anno fa, quando Riccardo Fraccaro era un semplice deputato.

Ecco alcune idee che propongo, per iniziare (oltre a quelle di introdurre il referendum propositivo e abrogativo senza quorum, come già stabilito nel Programma del Cambiamento): Continue reading

12/07/2017 – Analisi di una sconfitta (anche sul fronte partecipazione popolare)

OBIEZIONERiprendiamo dal settimanale milanese di politica e cultura ARCIPELAGOMILANO.ORG l’analisi sulle ultime elezioni a Sesto S.G. di Diego Pirovano, che ha anche saputo ben elencare le vicessitudini dei cittadini sestesi attivi sul fronte della partecipazione popolare, dal titolo:

LA SCONFITTA A SESTO SAN GIOVANNI: UNA AMMINISTRAZIONE INSUFFICIENTE

Ecco i perché di un cittadino attivo: al di là dei comunicati e della retorica politica.

Ho letto l’analisi della sconfitta della coalizione che sosteneva il Sindaco uscente di Sesto S.G., Monica Chittò, da parte del suo assessore all’urbanistica, Edoardo Marini, pubblicato su ArcipelagoMilano del 5 luglio 2017. Non in risposta, ma come controcampo da parte di un semplice cittadino propongo le considerazioni che seguono. Continue reading

29/06/2017 – Nuovo incontro con i cittadini a Villasanta (Monza).

VillasantaLa Consulta di Sant’Alessandro organizza per giovedì 29 giugno, ore 21:00 presso Villa Camperio – Sala congressi – di via Confalonieri 55, un incontro con i cittadini sul tema:

Costituzione, Statuto comunale e Partecipazione popolare.

Come i cittadini possono contribuire nella gestione della cosa pubblica nel loro interesse individuale e collattivo.

Sarà una nuova occasione per cercare di coinvolgere i cittadini che, visti gli scenari di affluenza alle ultime elezioni amministrative, si sentono sempre più lontani da una politica troppo spesso autoreferenziale e si rifugiamo nell’astensione alle urne. Cercheremo di dare una nostra soluzione per non sentirci coinvolti nelle scelte solo ogni 5 anni.

03/05/2017 – Vignola (MO) ha il regolamento della partecipazione più avvanzato d’Italia

vignolaRiportiamo dal blog dell’amico Paolo Michelotto, questo importante aggiornamento:

http://www.paolomichelotto.it/blog/2017/04/25/vignola-mo-ha-il-nuovo-regolamento-sulla-democrazia-diretta-il-piu-avanzato-in-italia/

Sul versante della partecipazione popolare, a Sesto S.G. tutto si è bloccato perchè sono alle porte le elezioni amministrative. Dopo le promesse, mancate, del 2012 attendiamo di conoscere i nuovi propositi del Sindaco Chittò (https://piudemocraziasestosg.wordpress.com/2016/04/08/08042016-il-comune-di-vignola-e-la-democrazia-integrale/)

07/04/2017 – Sesto S.G. capitale dei diritti democratici negati?

ostacoli alla democraziaI cittadini a Sesto S.G. continuano a vedersi negati i propri diritti di partecipazione. Oltre a due quesiti referendari depositati il 12 maggio 2014 in attesa di risposta (60 giorni come da Statuto) ci sono anche petizioni che sotto l’Amministrazione Chittò vengono regolarmente ignorate. L’ultimo caso è quello dell’Associazione ARCA che ha raccolto quasi 500 firme in soli tre appuntamenti. Nel mese di ottobre 2016 la petizione è stata consegnata all’ufficio competente seguendo le procedure del caso.

Lo Statuto comunale prevedere che il Comune abbia l’obbligo di risposta entro i 60 giorni dalla data del deposito delle firme. L’Associazione ha avuto riscontro solo il 30 marzo e unicamente attraverso un messaggio in segreteria telefonica del primo firmatario. L’Associazione ARCA ha toccato con mano come il Comune tenga in considerazione i cittadini, Continue reading

29/03/2017 – Anche Cassano d’Adda avrà un nuovo Statuto?

cassano d'addaNel Comune di Cassano d’Adda (Milano) si sta discutendo di aggiornamento dello Statuto comunale.

Da parte nostra abbiamo provveduto a inoltrare le nostre osservazioni sugli strumenti di partecipazione popolare.

Sabato  1 aprile 2017, dalle ore 09:30 alle ore 13:00, presso il salone polivalente del Centro civico di Via Dante, 4, parteciperemo ai lavori della seconda assemblea pubbliche alla quale sono invitati tutti i cittadini.

Il vecchio Statuto risale al 1995 e, dopo lunghe attese e non pochi problemi, l’Amministrazione comunale sembra decisa a portare a termine il lavoro inziato nell’apposita Commissione nel 2012.

Le opinioni e/o osservazioni di cittadini potranno essere trasmesse entro le ore 24:00 del giorno 2 aprile 2017 all’indirizzo mail segreteria@comune.cassanodadda.mi.it o consegnate al protocollo di Spazio Città nei seguenti giorni e orari:

  • lunedì – martedì e mercoledì dalle 08:30 alle 13:15;
  • giovedì dalle 08:30 alle 18:45;
  • venerdì e sabato dalle 08:30 alle 12:45.

23/03/2017 – Partecipazione e Democrazia Diretta ad Alessandria

alessandria 23032017Dopo in buon riscontro della nostra partecipazione a Palazzo reale di Milano, del 9 febbraio, e a Carugate, del 16 marzo, si replica ad Alessandria, via Wagner 38/d, giovedì 23 marzo ore 21:00.

L’invito ci è giunto dall’amico Franco Dell’Alba che da anni è impegnato per diffondere i principi della Democrazia Diretta e che organizzò nel maggio 2011 una tappa della settimana della Democrazia Diretta (http://www.paolomichelotto.it/blog/2011/02/22/settimana-della-democrazia-diretta-dal-23-maggio-al-2-giugno-2011/) alla quale parteciparono come relatori Bruno Aprile, Comitato Cittadino Democrazia Diretta, e Dario Rinco, Associazione Più Democrazia a Sesto San Giovanni.

Analizzeremo e illustreremo ai cittadini di Alessandria la situazione degli Statuti comunali che abbiamo incontrato in decine di comuni dove siamo stati invitati a diffondere il potenziale, ancora inespresso, potere che i cittadini hanno ma che è impedito proprio da una inadeguata regolamentazione degli strumenti referendari negli Statuti comunali.

16/03/2017 – Carugate: La parola ai cittadini

Carugate 16_03_2017Giovedì 16 marzo 2017 ore 21:00 a Carugate, presso auditorium delle scuole medie di via Fidelina,  si terrà un incontro con i cittadini sul tema della Democrazia Diretta.

L’incontro è organizzato dal comitato referendum Carugate che ha raccolto le firme necessarie per indire un referendum consultivo sul seguente quesito:

Vuoi che venga ritirato l’atto di indirizzo votato dal consiglio comunale con delibera n. 2 del 26 gennaio 2017 che da’ mandato al sindaco di promuovere, quale comune capofila, l’accordo di programma presso la regione Lombardia avente ad oggetto l’ampliamento del centro commerciale Carosello.

Il comitato Più Democrazia a Sesto S.G. è chiamato a illustrare gli strumenti referendari e le pratiche di partecipazione popolare che si stanno sempre più diffondendo tra i cittadini che non vogliono più solo “votare e rimanere a guardare“. In pratica sarà la naturale continuazione di ciò che è stato presentato a Palazzo reale di Milano il 9/2/2017 (https://piudemocraziasestosg.wordpress.com/2017/02/03/09022017-voce-del-verbo-partecipare/)

06/03/2017 – ore 18:30 Incontro al Liceo Manzoni di Milano

Partecipazione Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato:

L’Associazione Le Forme della Politica ti invita a un incontro su “nuove forme di democrazia”

Lunedì 6 marzo 2017

Dalle 18:30 alle 20:00  presso Scuola Civica Manzoni

Via Deledda,11 – Milano (MM1/MM2 Loreto)

Roberto Brambilla e Dario Rinco sono fra i più attivi promotori della democrazia diretta, come integrazione della democrazia rappresentativa: hanno elaborato e presentato progetti di riforma dei regolamenti municipali per favorire l’introduzione dell’istituto referendario senza quorum nei Comuni italiani ed hanno tenuto, in varie città, le “giornate della democrazia diretta” che hanno coinvolto numerosi cittadini nella elaborazione di proposte di miglioramento della qualità della vita, suscettibili di essere sottoposte a referendum.

Ci parleranno di tali esperienze  e di come i cittadini possono attivarsi, nei propri Comuni, per rendere agibile  e fruttuoso lo strumento del referendum e coinvolgere la popolazione in tali iniziative.

Valuteremo poi insieme la possibilità di sinergie fra le loro proposte e quelle fatte recentemente  da FDP sul tema del sorteggio.

 “Le Forme della Politica”

www.leformedellapolitica.it

http://nodoppioincarico.blogspot.it